Home / Chi siamo / Dagli Egizi, agli Esseni… ad oggi

Dagli Egizi, agli Esseni… ad oggi

Luxor templePer quanto la storia ufficiale non renda giusta memoria alla completezza degli studi condotti dai sacerdoti egizi sulla complessità della natura umana e della malattia, visitando i templi di questa grande civiltà, tra i quali Karnak e Luxor, si possono riconoscere numerosi segni della pratica quotidiana di quella Scienza Terapeutica. Gli stessi templi sono stati edificati in modo tale che line di forza energetiche potessero indurre nell’organismo umano cure benefiche. Ogni tempio è stato costruito con un preciso intento terapeutico per riequilibrare l’organismo umano e riconnetterlo alla sua radice divina.

Le cure Egizio Essene hanno avuto inizio in tempi molto remoti e hanno conosciuto un momento di grande splendore e sviluppo sotto la dinastia di Amenofis III, padre di Akhenaton. La scoperta dei corpi sottili e soprattutto delle correnti di vita aveva favorito, in tale periodo, scambi con terapeuti provenienti dalla Mesopotamia.

La comunità essena fu l’erede e la depositaria di questo sapere. Essa portò avanti in modo sistematico il lavoro sull’uso terapeutico della luce, dei suoni e degli oli e degli unguenti. I primi cristiani ripresero queste pratiche tramandate loro anche attraverso gli insegnamenti di Gesù e dei suoi discepoli e impararono, in modo particolare da Maria Maddalena, l’uso degli oli e degli unguenti consacrati.

Il corpo fisico era considerato, a quel tempo, come la fase conclusiva del processo di densificazione di diversi corpi sottili e l’essere umano fatto di corpo, anima e spirito era considerato un’entità di natura sacra. Si riteneva che lo stato di salute fosse la condizione naturale ed il risultato di un armonioso fluire delle energie sottili nei corpi. Mentre, la disarmonia di questo flusso avrebbe portato allo squilibrio e alla interruzione della comunicazione tra le varie parti dell’essere, causando, nel lungo periodo, il malfunzionamento degli organi e in seguito la malattia.

Alla fine degli anni Settanta, Anne e Daniel Meurois Givaudan hanno cominciato a vivere fenomeni di decorporazione, oggi comunemente conosciuti come viaggi astrali, in cui la coscienza si pone al di fuori del corpo fisico. Alcune persone riescono ad imparare ad accedervi in modo consapevole con una percezione spazio-temporale profondamente diversa dal normale.

Rivivendo alcune delle sue esistenze passate, Daniel Merois Givaudan ci ha potuto restituire le cure praticate dagli Egizi durante il regno di Akhenaton e quelle praticate dagli Esseni ai tempi di Gesù.

Bernard Rouch, cugino primo di Anne Givaudan, aveva 14 anni quando iniziò a partecipare agli incontri settimanali per le esercitazioni sulla lettura dell’aura e la pratica di queste terapie  supervisionati da Anne e Daniel .

La scelta di proseguire studi universitari in una città lontana dal luogo dove questo primo gruppo di lettura  e terapie si riuniva, non ha influito sulla passione ormai sbocciata nel cuore.  Ben presto si ritrovò a studiare di giorno e a praticare la lettura dell’aura e le terapie Egizio-Essene di sera e nel tempo libero, coinvolgendo nuove persone e formando nuovi gruppi.

In quel periodo Bernard Rouch potè sperimentare quanto appreso nel gruppo originario,  approfondirlo ed adattarlo a problematiche più attuali.

Top